RICAPITOLIAMO

Due settimane di febbricola dovuta alla sinusite, primo ciclo di antibiotico completato senza successo, secondo ciclo da iniziare sperando ragionevolmente di guarire, ansia perenne. I voucher abrogati, il futuro sempre più nuvoloso, anzi già temporalesco, la primavera incollata ai vetri.

Passo le giornate a giocherellare con l’iPhone fotografando a caso e condividendo tutto sui social. Guardo film, leggo – se gli occhi non bruciano troppo, se la testa non è troppo in disordine.

Processed with VSCO with a8 preset

In generale mi sento debole e un po’ sperduta su questo pianeta. Sento addosso tutta la pressione della futilità e dell’effimero che mi circonda – che mi sostanzia, che mi danneggia, che mi euforizza – eppure non riesco a concentrarmi su cose più importanti. Forse, ecco, non voglio farlo, tutto qui. Voglio affogare nell’inessenziale, oppure no, fare semplicemente il morto a galla in questo bacino artificiale di banalità chiassose e febbrili. Insomma: non ho voglia di pensare a niente di preciso, voglio solo che corpo e mente ritrovino al più presto il loro assetto normale. 

A volte avverto la necessità di lasciar andare le cose per conto loro, di abbandonarmi per un po’ alla regia occulta degli eventi senza muovere un dito nel tentativo di controllarli o di volgerli a mio favore (non ci sono mai riuscita).

L’intelligenza degli eventi è tanto superiore alla nostra.

Lasciamo che si esprimano.

Poi forse qualcosa accadrà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...