X

Ti fai una doccia al giorno perché ti senti sempre sporca pur non avendo toccato nulla e pensi con insistenza e crescente morbosità a Speculative Realism e compagnia bella. Brassier, Negarestani, Meillassoux. Due anni fa ti avevano mandato in corto il cervello, adesso ci riprovi, ma senza più cercare interlocutori inesistenti.

Pensi.

All’Inumano come Naturale, Terzo Paesaggio. Al brutalismo architettonico di un tronco pluricentenario. Alla cecità metafisica di un albero. Alla sua connessione irresolubile con l’infinito. Con l’universo. Alla luce solare come archetipo dell’alieno perché non è cosa di questo mondo. Al nostro trarre vita e sostentamento da una stella in eruzione. A come far gioco sulla contingenza. Pensi a come non pensare più a niente.

Accettare il tempo, l’usura dei giorni. Accettare il disastro, la decadenza dell’ecosistema e della memoria.

//

Essere.

Diversamente.

E daccapo.

//

E l’arte e gli affetti e le piccole cose iper-dettagliate di cui discorriamo tutti i santi giorni.

//

Poi, noi da piccoli, a una distanza diversa dal terreno, meno complessa. Quell’odore fragrante di erba e terra smossa. Le mani che strappano ciuffi d’erba a tendini tesi. Le unghie sporche di linfa. Quell’odore così reale in mezzo a tutto. La luce calante sul giardino. L’infanzia che affonda in uno scenario stremato.

//

Scendiamo ancora un gradino, ed ecco l’estraneità: accorgersi che il mondo è denso, intravedere fino a che punto una pietra sia estranea e per noi irriducibile, con quale intensità la natura, un paesaggio possano sottrarsi a noi. Nel fondo di ogni bellezza sta qualche cosa di inumano, ed ecco che le colline, la dolcezza del cielo, il profilo degli alberi perdono, nello stesso momento, il senso illusorio di cui noi li rivestivamo, più distanti ormai che un paradiso perduto. L’ostilità primitiva del mondo risale verso di noi, attraverso i millenni. […] Il mondo ci sfugge, poiché ritorna se stesso.” (Camus)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...