I WISH YOU WERE HERE

Benebene, dove eravamo rimasti?

Sono secoli che non vi parlo di cose. Oggetti, feticci, ROBA.

Correlativi oggettivi.

Minuzie.

Non potete capire quanto mi piacerebbe limitarmi a questo genere di chiacchiere, qua sopra.

Basta intimismi criptati, basta.

Eppure è ancora un fase di profonda apatia e smisurato orgoglio negativoio? Là fuori? A farmi strada a spallate? Ma va’. E però qua dentro non è che vada troppo bene. Va bene. Oggettivamente bene. Oggettivamente non benissimo, non alla grande.

Schermata 2016-01-28 alle 15.26.20

Sposto oggetti, acquisto oggetti, scarto oggetti. Potrei descrivervi ogni singolo passaggio, ogni singola traiettoria descritta da ogni singolo oggetto nel suo riposizionarsi all’interno del monolocale – e avreste un’idea più che precisa dei miei stati d’animo recenti. Cambio casa. Trasloco. Dovrei. Posso. Ma dove? Ma quindi? Un cambiamento strutturale. Sposto i mobili. Cambio i mobili. Rimetto tutto al suo posto. Sta’ buona.

E poi scusate, ma sono incapace di scrivere in questo periodo. Leggo, ma non scrivo. Nemmeno sul mio diario. Mai successo prima, non negli ultimi 5 anni per lo meno. Ma non c’è traccia di disperazione e/o angoscia in me, solo, come ho detto, una profonda apatia, una drammatica indifferenza.

Detta in parole povere: non mi frega un cazzo di niente.

Forse è solo questione di tempo. Sto accumulando energia statica. La detonazione – be’, prima o poi arriverà pure quella, arriva sempre. Ma per il momento è tutto molto molto fermo e amplificato. Largo larghissimo oscillante.

Forse non mi sentirò mai meglio di così. Il mio principio di realtà non si cementerà mai più di così. E il mondo sarà sempre un posto largo larghissimo oscillante. Niente più che un lieve, oltraggioso malessere.

Vedete, io mi sforzo di fare mente locale (mi è sempre piaciuta un sacco quest’espressione: fare mente locale) ma ho come l’impressione che nelle settimane, nei mesi, non sia successo niente. Infiniti piani sequenza senza sonoro. Eppure so che non è così. È una dispercezione indotta da non so quale incrinatura del mio sistema di ricognizione. O più semplicemente dalla mia incapacità/zerovoglia di parlarne.

Fumo. Mentre pianifico il Metodo per smettere di fumare, fumo. Perfino ora, nell’abbozzare questo post – ho una sigaretta accesa tra le dita. Cazzo. Fumo sul letto col Mac sulle gambe, fumo camminando. Solo lui riesce a tenermi lontana dalle sigarette. Dov’è lui adesso?

Ma mentre io non c’ero, voi c’eravate?

Cristo, com’è che voialtri riuscite a cavarvela sempre e io mai, mai?

Annunci

Un pensiero su “I WISH YOU WERE HERE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...